2010

1.       “Shoe Report/2010”, Secondo Rapporto Annuale sul contributo del settore calzaturiero al rafforzamento del Made in Italy”, seconda iniziativa annuale, diretta a fare il punto sullo sviluppo e sui problemi del settore calzaturiero italiano che interpreta la propria stessa evoluzione, allo scopo di registrare le modalità di uscita dalla crisi. Il Rapporto risulta articolato in più parti (fenomenologia della crisi, analisi delle opinioni e dei comportamenti delle aziende calzaturiere, analisi congiunturale degli operatori italiani e di quelli internazionali, nonché predisposizione degli indicatori statistici di settore)

2.       “Generare Classe Dirigente – Un capitale di fiducia da ricostruire per le élite europee”, 4° Rapporto sulle élite italiane, promosso dall’Università LUISS Guido Carli e da Fondirigenti attraverso l’Associazione Management Club. Il Rapporto dell’anno analizza in particolare il ruolo delle classi dirigenti di Francia, Germania e Inghilterra di fronte alla necessità di gestire l’avvio della crisi e delle sue prime conseguenze. Si è curato in particolare il coordinamento dell’intero testo nonché la stesura dell’ampia Introduzione.

3.       “Internazionalizzare il governo dell’impresa”, indagine realizzata in collaborazione con l’Associazione dei Giovani Imprenditori di Confindustria e i Giovani di FederManager, diretta ad esplorare attraverso un apposito questionario rivolto ad un panel di entrambe le associazioni: l’impatto della crisi e le reazioni dell’impresa, il livello di internazionalizzazione della medesima, la valutazione della risorsa imprenditoriale e di quella manageriale in funzione di una internazionalizzazione più incisiva delle aziende

4.       “Beauty Report/2010”, Primo Rapporto Annuale sul valore dell’industria cosmetica in Italia. Tale Rapporto ha dedicato una prima parte alla fenomenologia più importante del settore (tenendo anche conto dell’avvio della crisi), una seconda parte basata su un check-up diretto delle imprese cosmetiche attraverso un apposito panel, una terza parte basata su un’indagine indirizzata ad un campione rappresentativo di cittadini italiani adulti, concernente le opinioni e i comportamenti nei confronti degli acquisti e dell’uso dei prodotti cosmetici ed infine una quarta parte basata su una serie di indicatori di tipo storico che disegnano il profilo del settore nel tempo

5.       “Donna & Manager. Un binomio per crescere”, indagine di campo realizzata in parallelo su un campione di donne manager e su un campione di uomini in posizione manageriale, sui temi dell’identità e del ruolo della componente femminile collocata nelle alte posizioni dirigenziali all’interno dell’impresa

6.       “Opinion Leader Relationship Programme”, attività di assistenza diretta a sviluppare modalità e strumenti diretti a stabilire un rapporto maggiormente qualificato con i clienti-leader della banca, in funzione di una migliore interpretazione dei territori e di un parallelo affinamento dei servizi bancari offerti

7.       “Indagine sulla cultura associativa”, predisposta nell’ambito e con il coinvolgimento degli imprenditori con cariche associative dell’Associazione degli Industria di Frosinone

8.       “Interpretare il territorio e rafforzare il sistema della rappresentanza”, basato sulla progettazione e sulla conduzione del 13° Seminario Residenziale per i quadri dell’Associazione Industriali di Varese, diretto a sviluppare una comune cultura associativa e alla definizione di una migliore strategia e gestione dell’Associazione stessa

9.       “Formazione neo-Presidenti”, con riferimento alle associazioni industriali, territoriali e di categoria appartenenti a Confindustria, nell’ambito delle attività promosse per favorire lo sviluppo della cultura associativa dei neo-eletti

10.    “Formazione Giovani Imprenditori con cariche associative”, con riferimento ai Giovani Imprenditori di Confindustria, nell’ambito delle attività promosse per favorire lo sviluppo della cultura associativa della relativa classe dirigente

11.    “Formazione per i dirigenti delle associazioni industriali, territoriali e di categoria”, con riferimento alle associazioni territoriali di categoria di Confindustria (Progetto FORM-UP 2010), nell’ambito delle attività promosse per favorire una più efficace gestione associativa

12.    “Formazione per i giovani quadri delle associazioni industriali, territoriali e di categoria di Confindustria” (Progetto FORM-IN 2010), nell’ambito delle attività promosse per migliorare il profilo professionale dei quadri stessi

13.    “Progetto di formazione sulla cultura associativa”, diretto agli imprenditori con cariche associative, nonché alla struttura funzionariale dell’Associazione Industriali di Ancona

14.    “Crescere al Futuro/2”, Secondo Rapporto promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria in collaborazione con l’Università LUISS Guido Carli di Roma e con UniCredit Private Banking. Esso era destinato ad esplorare questa volta la leadership relazionale in relazione alla mutazione delle imprese, sollecitata dalla crisi in corso. Il volume risulta articolato in due parti: la prima, dedicata all’analisi teorica del tema con contributi di Marco Annunziata, Agnes Festrè, Luca Giustiniano, Gian Domenico Mosco e Ugo Pagano; la parte seconda, curata da Nadio Delai, è basata su un’indagine di campo realizzata attraverso un apposito questionario unificato che è stato somministrato in parallelo ai Giovani Imprenditori da un lato e agli Imprenditori Senior dall’altro appartenenti a Confindustria. L’analisi ha fatto il punto sulla percezione della crisi e sulle relative conseguenze, nonché sull’evoluzione della leadership all’interno dell’impresa, in una logica di network, insieme alla valutazione della propensione delle imprese stesse verso la collaborazione orizzontale e verticale tra aziende

15.    “Essere Anziano Oggi/2010 – La domanda di Vita Buona”, 12° Rapporto, dedicato quest’anno ad una riflessione sulla fine del ciclo di vita collettiva e sulla presenza di precisi sintomi di domanda di “Vita Buona”. Il Rapporto è basato su un’indagine di campo effettuata su un campione nazionale di italiani adulti, nonché sull’apporto di sei studiosi, con diverse specializzazioni: un filosofo, un teologo, un biblista, uno psicanalista, un economista e un giurista

16.    “Collaborazione al programma per il sostegno allo sviluppo dei percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo di soggetti con disturbo psichico – PRO.P.”, sostegno fornito nell’ambito del programma suddetto, attraverso lo svolgimento di incontri tra diversi sistemi associativi di impresa, nonché predisposizione di un apposito questionario di rilevazione diretto a individuare esperienze particolarmente significative in termini di inserimento socio-lavorativo dei soggetti deboli

17.    “Trentino: ieri, oggi, domani”, contributo fornito a un Rapporto sulla storia e sulle prospettive future della realtà trentina, attraverso uno specifico contributo d’indagine di campo, realizzato attraverso un apposito questionario somministrato alla classe dirigente trentina (impatto della crisi, gerarchie dei problemi attuali, percezione effettiva dei meccanismi economici che stanno alla base dello sviluppo locale, atteggiamenti verso lo sviluppo, ambiti e protagonisti dello sviluppo rivolto al futuro)

18.    “Formazione degli amministratori delle Banche di Credito Cooperativo”, effettuata nell’ambito del Programma Formativo Alta Formazione 2010 del Gruppo Bancario Iccrea

19.    “Formazione dei responsabili territoriali di Confcooperative”, nell’ambito del percorso didattico di alta formazione per i direttori provinciali

20.    “Ospedalità & Salute 2010”, Ottavo Rapporto Annuale sulla situazione degli ospedali italiani, siano essi pubblici, privati accreditati o del tutto privati. Esso comprende la tradizionale indagine congiunturale di retta a valutare le esperienze e le opinioni delle famiglie italiane in tema di ospedalità. Tale indagine risulta basata su un campione nazionale rappresentativo della popolazione italiana superiore alle 4.000 unità. Una particolare attenzione è stata dedicata quest’anno alla stima dell’inefficienza sommersa degli ospedali pubblici, realizzata attraverso l’analisi dei bilanci delle aziende ospedaliere e degli ospedali a gestione diretta di 15 Regioni italiane e quindi all’analisi del bisogno di tutela privata della salute da parte dei cittadini attraverso le varie forme assicurative